Smart Home, le case intelligenti che si controllano tramite app

Si parla spesso e volentieri, negli ultimi tempi, di smart home, con il concetto di casa intelligente che ha completamente rivoluzionato anche il modo di intendere un’abitazione. Uno scenario che, in effetti, era difficile da immaginare solamente qualche decennio fa, eppure oggi è realtà.

Gestire i vari elettrodomestici della propria abitazione tramite un’applicazione. Forse non ci rendiamo nemmeno più conto di quanto la nostra quotidianità ruoti intorno all’uso delle app e dei dispositivi mobili. Anche altri settori sono stati completamente travolti da parte di questa rivoluzione hi-tech. Basti pensare al gioco d’azzardo: gioca con la scopa nei casino online e potrai piazzare puntate e scommettere direttamente da smartphone o tablet. Un passo in avanti che inevitabilmente ha offerto un’esperienza di gioco sempre più vicina ai casino reali.

Smart Home e l’illuminazione intelligente

Un altro aspetto da considerare in una smart home è l’illuminazione. Anche in questo caso ci sono dei pannelli luminosi che sono davvero rivoluzionari. Nanoleaf è una serie di pannelli di forma triangolare, particolarmente intelligenti, che si possono impostare in modo semplice e rapido, selezionare il colore di ciascun pannello, o assegnando un mood a tutta la figura. Dei pannelli adattabili che si possono gestire anche tramite dispositivi come Amazon Echo e Google Home.

Anche la sorveglianza della casa passa per l’uso di dispositivi smart. Ario propone delle videocamere estremamente innovative, disponibili in un gran numero di versioni e modelli. Le videocamere Netgear Ario si possono installare sia su pareti interne che esterne, così come possono avere la Sim oppure possono essere WiFi.

Ovviamente, la tecnologia può tornare decisamente utile anche all’esterno rispetto alle mura domestiche. Sono ancora tante le persone, però, che sono convinte come una casa connessa al 100% possa mettere in serio pericolo la propria privacy. Come è stato perfettamente riportato da una delle ultime indagini diffuse nel settore, addirittura il 9% delle persone pensa ancora che la smart home sia solamente un test e ha numerose remore nel fidarsi dell’Internet of Things.

Smart home e le cose che vengono più richieste

Tra le applicazioni maggiormente richieste, nel momento in cui si fa riferimento alla smart home, troviamo sicuramente quelle collegate all’ambito della videosorveglianza nonché ai sistemi antifurto. Addirittura, il 41% degli intervistati ha ammesso come farebbe volentieri ricorso a dei sistemi innovativi e domotici per proteggere al meglio la casa in cui vive, da solo o con la propria famiglia.

Il 31% degli intervistati, invece, ha ammesso come voglia a tutti i costi acquistare un dispositivo che possa gestire da remoto tutti i vari elettrodomestici della propria abitazione. Nel 28% dei casi, invece, è emersa la richiesta di tutti coloro che amano praticità e comfort e vorrebbero sfruttare la domotica per evitare di dover faticare ogniqualvolta c’è da gestire luci, impianti oscuranti oppure sistemi termici.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *