Forno a legna: otto suggerimenti per utilizzarlo al meglio

Acquistare un forno a legna può rappresentare, per le vostre casse, un investimento abbastanza dispendioso e difficile da portare a termine. Tuttavia, se avete una disponibilità economica da poterne acquistare uno, sappiate che – innanzitutto – non serve soltanto alla cucina ma anche all’acqua del vostro appartamento e che, soprattutto, vi permetterà di risparmiare in luce e gas. Cucinare in un forno a legna è un po’ diverso rispetto che in un forno elettrico o a gas, ma non è così difficile come alcuni potrebbero farvi credere. I moderni forni a legna sono molto facili da scaldare, e molto efficienti con il loro combustibile. Ecco otto suggerimenti per utilizzare al meglio il proprio forno a legna!

Come utilizzare al meglio un forno a legna

Ecco otto suggerimenti da seguire per utilizzare al meglio il proprio forno a legna:

  • Creare un fuoco caldo almeno un’ora prima di usare il vostro forno a legna per cucinare. Iniziate con un giornale rovinato e bastoncini molto asciutti, sopra i quali, poi, posizionerete un piccolo pezzo di legna da ardere.
  • Per mantenere stabile il fuoco assicuratevi che le prese d’aria siano completamente aperte, che il cassetto della cenere non sia troppo coperto di saturo e che la serranda, che commuta il calore che gira intorno al forno, che dà accesso alla canna fumaria sia aperta.
  • Utilizzate legno secco ben stagionato, con un contenuto di umidità inferiore al 20%. È possibile accertarsi di ciò semplicemente facendo urtare due pezzi insieme: se sono secchi, dovrebbero fare un fragore clamoroso, diversamente daranno vita ad un tonfo noioso. Di norma, la legna dura brucia più a lungo ed è più caldi, ma è più difficili da bruciare, mentre la legna tenera brucia rapidamente, ma non emana molto calore: è meglio usare una combinazione tra i due di legna, legni teneri per ottenere il fuoco rapidamente e legni duri o resina per rendere il fuoco caldo.
  • Utilizzate tronchi che abbiano meno di 12 cm di diametro: per ottenere un bel fuoco caldo in un forno a legna potrete utilizzare tronchi più spessi, dai 3 ai  7 cm, aumentando gradualmente il diametro dei tronchi dopo aver generato la fiamma.
  • Una volta che avete un buon fuoco caldo nel vostro forno a legna, tenete il fuoco vivo per mezz’ora circa con la serranda che invia il calore intorno al forno aperto: una volta che avrete ottenuto la temperatura sperata, abbassate le serrande dell’aria e aggiungete carburante solo quando ne avrete nuovamente bisogno, altrimenti, la temperatura del forno continua a salire.
  • Quando avete posizionato qualcosa nel forno a legna, ricontrollate la temperatura ogni 15-20 minuti.
  • Quando si cucina in un forno a legna, prendetevi il 30-50% di tempo in più per cucinare: se riuscite a cucinare  in un forno elettrico con 30 minuti di attività, potrebbero essere necessari 45 minuti nel forno a legna.
  • Girate la legna: la cottura nel forno a legna, una volta che è alla temperatura giusta, è la stessa di un forno convenzionale che non è forzato dal ventilatore. Un lato può essere leggermente più marrone, per questo motivo è opportuno girare la legna a metà cottura per evitare che il risultato sia scadente.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *